Ritornano gli incontri di DiScienza alla Libreria Assaggi a San Lorenzo.

Rivoluzioni DiScienza è il titolo degli aperitivi scientifici di quest’anno, che dal 4 ottobre disseteranno prima le nostre gole e poi le nostre menti!

Vi aspettiamo infatti alle 19:30 nel bar della libreria per un drink.

L’incontro vero e proprio inizierà invece alle 20:30, aspettando così anche i più ritardatari.

Scaricate il pdf del programma completo, e iscrivetevi alla newsletter per ricevere il promemoria e restare aggiornati sulle attività.

ProgrammaRivoluzioniDiScienza

Vi aspettiamo!

 

Appuntamenti:

4 ottobre: La rivoluzione proiettiva in matematica (Franco Ghione)

8 novembre: Archeologia dell’universo: la radiazione fossile a microonde (Paolo De Bernardis)

10 gennaio: Ghost in the shell: la coscienza delle macchine (Massimiliano Caretti, Roberto Corderschi e Domenico Parisi)

7 febbraio: “Fulgidi Fuochi”: i miti narrati dalle stelle tra arte e astrologia (Nicolette Mandarano e Alessia Muroni)

6 marzo: Salute ed ascesi (Giovanni Baglìo e Enrico Materia)

8 maggio: Cos’è la dimensione frattale? (Andrea Sambusetti)

5 giugno: La fisica dei quanti e l’esperienza lisergica (Alessandro Haag)

 

Rivoluzioni DiScienza

Libreria Assaggi

Via degli Etruschi 4, San Lorenzo (Roma).

Rivoluzione proiettiva in matematica

Martedì 4 ottobre 2011, alle 19:30 alla Libreria Assaggi a San Lorenzo, vi aspettiamo per l’aperitivo di Rivoluzioni DiScienza. A “rivoluzionarci” ci sarà il Professor Franco Ghione, che ci parlerà de’ La Rivoluzione Proiettiva in Matematica, ovvero di come la geometria proiettiva fornisca degli strumenti nuovi per pensare in modo coerente all’infinito spaziale. Non all’infinitamente numeroso come ci insegna la teoria cantoriana dei numeri transfiniti ma all’infinito come altrove, come infinita lontananza. Le prime avvisaglie di questi spazi che, paradossalmente, abbracciano al loro interno anche i luoghi infinitamente lontani sono molto antiche, anche se lo scoppio definitivo della rivoluzione proiettiva e la sua completa affermazione arriverà molto più tardi all’interno delle nuove idee espresse in Europa dalla rivoluzione francese. Da allora in poi si susseguiranno in tutto il mondo fondamentali ricerche via via più profonde e le idee proiettive diventeranno, nella geometria del XIX e XX secolo, la base portante del nuovo edificio geometrico. Franco Ghione è professore ordinario di Geometria presso la Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Laureato in Matematica presso l’Università di Roma “La Sapienza” nel 1969 ha insegnato presso l’Università di Ferrara, l’Università di Napoli e l’Università di Roma “Tor Vergata”. E’ docente alla SSIS del Lazio nell’Indirizzo Informatico, Fisico e Matematico e all’indirizzo Arte e Disegno. La sua attività scientifica si è rivolta principalmente allo studio dell’Algebra omologica, della Geometria algebrica e della teoria dei fibrati vettoriali su di una varietà algebrica. E’ membro della Commissione contributi pubblicazioni periodiche di elevato valore culturale (dal 1994) presso il Ministero dei Beni Culturali. E’ direttore del Centro di ricerca e formazione permanente per l’insegnamento delle discipline scientifiche dell’Università di Roma “Tor Vergata” (dal 2008). Ha svolto una intensa attività nel campo della diffusione del pensiero scientifico e della matematica. Bibliografia: R. Curant-H. Robins, Che cos’ è la matematica, Boringhieri, 2000 L. Catastini – F. Ghione, Le geometrie della visione, Springer , 2004 L’arte della matematica nella prospettiva a cura di R. Sinisgalli, Cartei&Bianchi Edizioni, 2009 La matematica, a cura di P. Oddifreddi e C. Bartocci, Volume terzo: suoni, parole, forme, Einaudi, 2011 La Rivoluzione Proiettiva in Matematica è un appuntamento di Rivoluzioni DiScienza: scarica il pdf del programma completo.

Archeologia dell'universo

Secondo appuntamento di Rivoluzioni DiScienza alla Libreria Assaggi martedì 8 novembre alle ore 20:30. Il Professor Paolo De Bernardis ci parlerà del fondo cosmico a microonde, ovvero dell’immagine più antica che riusciamo a vedere dell’universo, e di come la scoperta e lo studio di questa immagine hanno permesso ai cosmologi di convalidare o respingere diverse teorie sulla nascita, lo sviluppo e l’evoluzione dell’universo. Da un’immagine fossile, un’archeologia dell’universo. Paolo De Bernardis e’ professore ordinario di Astrofisica e Cosmologia presso la Facoltà di Fisica dell’Università di Roma la Sapienza. E’ uno dei maggiori studiosi a livello mondiale della radiazione di fondo primordiale ed ha contributo alla costruzione dell’attuale modello del Big-Bang. E’ inoltre il Principal Investigator italiano dell’ esperimento internazionale del pallone stratosferico BOOMERanG sull’anisotropia e polarizzazione della radiazione cosmica di fondo. Bibliografia: Testi introduttivi: S. Weinberg : “I primi tre minuti”, Oscar Saggi, Mondadori, 1986 A. Balbi: “La musica del big bang”. Springer, 2007 P. de Bernardis : “Osservare l’ Universo: oltre le stelle, fino al Big Bang”. Il Mulino, 2010 Testi avanzati: S. Bonometto: “Cosmologia e Cosmologie”, Zanichelli, 2008 F. Lucchin: “Introduzione alla cosmologia”, Zanichelli, 1998

Ghost in the shell. La coscienza delle macchine

Quando avremo costruito un computer cosciente, come faremo a saperlo? Capire e formalizzare le caratteristiche di una macchina senziente ci aiuterà non solo a capire il funzionamento del nostro cervello, ma anche ad affrontare una delle più profonde questioni che da sempre interessano l’uomo ed il suo pensiero filosofico: che cos’è la coscienza? Approfondiranno il tema dell’intelligenza artificiale e degli automi il Professor Domenico Parisi, scienziato cognitivo e ricercatore del CNR, il Dott. Massimiliano Caretti, ricercatore presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR per lo sviluppo di software a hardware per robot autonomi, e il Professor Roberto Cordeschi, docente di Filosofia della Scienza presso la Sapienza Università di Roma. L’appuntamento è per martedì 10 gennaio, presso la Libreria Assaggi in via degli Etruschi 4, Roma, zona San Lorenzo, alle ore 20:30. Bibliografia: Domenico Parisi, Mente. I nuovi modelli della vita artificiale, Il Mulino, 1999 Domenico Parisi, Simulazioni. La realtà rifatta nel computer, Il Mulino, 2001 Roberto Cordeschi, La Scoperta dell’Artificiale, Zanichelli Roberto Cordeschi, La Filosofia degli Automi, Bollati Boringhieri Ghost in the shell: la coscienza delle macchine è un appuntamento di Rivoluzioni DiScienza: scarica il pdf del programma completo.

Click here to learn more

Quarto appuntamento di Rivoluzioni DiScienza alla Libreria Assaggi a San Lorenzo, martedì 7 febbraio 2012 alle ore 20:30. Le dottoresse Nicolette Mandarano e Alessia Muroni ci accompagneranno in un viaggio tra l’arte e l’astrologia. L’astrologia ha goduto per lunghi secoli dello statuto di una scienza liminare tra il mondo degli oggetti materiali e quello impalpabile dell’apparente casualità o ineluttabilità che governa la vita umana. La sua importanza come elemento centrale della cultura e della visione del mondo di talune epoche, come il primo Rinascimento, ha dato corpo ad una serie di immagini che esprimono nel linguaggio dell’arte pensieri, aspirazioni e paure degli uomini. Nel corso della conferenza analizzeremo insieme a loro talune di queste immagini, cogliendone il senso culturale ed esistenziale. Nicolette Mandarano, storica dell’Arte, ha conseguito il diploma di specializzazione e il dottorato di ricerca presso la Sapienza Università di Roma. Da dieci anni è docente a contratto di Informatica applicata ai Beni Culturali. Da diversi anni coniuga gli studi sull’arte del Seicento e sulla mitologia agli studi sulle Nuove Tecnologie in relazione al patrimonio culturale. Coordina dal 2000 il progetto Iconos, Cattedra di Iconografia e Iconologia, Dipartimento di Storia dell’Arte della Sapienza, riguardante la catalogazione delle immagini tratte dalle Metamorfosi di Ovidio. Ha pubblicato diversi saggi sul collezionismo e sull’analisi delle postazioni multimediali all’interno delle istituzioni museali. Alessia Muroni è Dottore di Ricerca in Storia dell’arte, ricercatrice indipendente e socia della Società Italiana delle Storiche. Iconologa di formazione, si occupa prevalentemente di studi di genere applicati alla storia dell’arte, su cui ha pubblicato diversi saggi. Collabora assiduamente con diverse testate tra cui “Il Giornale dell’Arte”, “Leggere Donna” e la rivista on-line “XXDonne.net” occupandosi di recensioni soprattutto letterarie e specialistiche, ma ha anche pubblicato il romanzo storico Le circostanze dell’amore, edizioni Il Dito e la Luna (2011). Tra le sue pubblicazioni storico-artistiche, in imminente uscita Palma Bucarelli funzionaria, storica dell’arte e pubblico personaggio: proposta per una lettura di genere in “Palma Bucarelli a cento anni dalla nascita”, atti della giornata di studi, Roma, Biblioteca Nazionale Centrale, a cura di Lorenzo Cantatore, Maria Grazia Villani, Giuliana Zagra. www.alessiamuroni.wordpress.com Bibliografia: Franz Boll – Carl Bezold, Le stelle. Credenza e interpretazione, Bollati Boringhieri, 2011 Fritz Saxl, La storia delle immagini, Laterza, 2005 Fritz Saxl, La fede negli astri, Bollati Boringhieri, 2007 Jean Seznec, La sopravvivenza degli antichi dei, Bollati Boringhieri, 2008

Salute e Ascesi

Martedì 6 marzo alle ore 20:30, per il quinto appuntamento di Rivoluzioni DiScienza, presso la Libreria Assaggi di via degli Etruschi si terrà l’incontro Salute e Ascesi, a cura di Giovanni Baglio e Enrico Materia, dell’Agenzia di Sanità Pubblica. Nella società contemporanea è divenuto sempre più frequente il ricorso a pratiche più o meno volontarie e consapevoli di ascesi – tecniche di meditazione, atletismo, cammini e itinerari religiosi, alpinismo, esperienze di deserto e soggiorni nei monasteri, a tal punto che l’ascetismo si va configurando come fenomeno di massa, in grado di giocare probabilmente un ruolo importante nel determinare, al pari di altri stili di vita, le condizioni di benessere delle persone e delle comunità. Ma quale impatto assumono tali forme di ascesi sulla salute di chi le pratica e più in generale che rilevanza rivestono per la sanità pubblica? Si tratta di un vasto orizzonte di ricerca che trova ancora molte pagine vuote. Soprattutto è mancata finora una vera e propria concettualizzazione del fenomeno ascetico, nelle sue svariate forme ed espressioni. L’ascesi dunque come pratica essenziale di vita salubre e serena, ma non solo. Sembra di intravedere, in questa nuova emergenza ascetica, il bisogno dell’uomo contemporaneo di ritrovarsi all’interno di una ritmica di vita incentrata sull’esercizio e sulle regole: bisogno reso ancor più impellente dalla crisi delle certezze e dei riferimenti ideologici che attraversa il mondo di oggi. Infine, la riflessione sull’ascetismo contemporaneo finisce per intercettare fatalmente le traiettorie di vita tracciate dagli antichi, le cosiddette pratiche del sé di cui parla la tradizione filosofica greco-latina e che oggi sembrano offrire una possibile via d’uscita dalla crisi postmoderna e una prospettiva di recupero in senso etico-sociale. Bibliografia: Foucault M., L’ermeneutica del soggetto. Corso al Collège de France (1981-1982), Feltrinelli, 2003 Hadot P., Esercizi spirituali e filosofia antica, Giulio Einaudi Editore, 1988 Sloterdijk P., Devi cambiare la tua vita, Raffaello Cortina Editore, 2010 Lyotard J.F., La condizione postmoderna, Feltrinelli, 1981 Vattimo G., La fine della modernità, Garzanti, 1991

Che dimensione ha un frattale?

Martedì 8 maggio alle ore 20:30 sesto appuntamento per Rivoluzioni DiScienza, presso la Libreria Assaggi di via degli Etruschi 4 a Roma. Il professore Andrea Sambusetti cercherà di rispondere con noi alla domanda Che dimensione ha un frattale? Molti di noi hanno avuto esperienza, a scuola o all’universita’, dell’idea elementare di “dimensione”, cioe’ di numero di gradi di liberta’ che si hanno muovendosi in uno spazio assegnato. Ma il mondo e’ proprio come la matematica lo descrive? Ogni modello matematico e’, in realta’, una descrizione astratta e semplificata della realta’. La costa di un paese come l’Italia, le nuvole nel cielo, un fiore, non sono approssimabili con oggetti semplici come una curva o una superficie. Scopriremo che, per questi oggetti, la dimensione e’ intimamente legata ad un’idea astratta di “misura” tramite… righelli molto particolari. Le nozioni matematiche alla base di questa teoria sono la misura e la dimensione (frazionaria) di Hausdorff. Andrea Sambusetti è professore di Geometria presso il dipartimento di Matematica della Sapienza. Dopo essersi laureato a Roma, ha conseguito il dottorato in Matematica nel 1998 e ha continuato i suoi studi in Francia, presso l’École Normale Supérieure di Lione, l’Institut Fourier di Grenoble e l’Università di Lione, dove è stato Maître de Conference fino al 2000. Ha tenuto numerose conferenze presso l’università e nell’ambito di congressi internazionali, ed è autore di diversi articoli di matematica su riviste internazionali specializzate. I suoi interessi di ricerca si situano nell’ambito della Geometria Riemanniana (varietà di Einstein, spazi simmetrici, spazi a curvatura negativa) e della Teoria Geometrica dei Gruppi (gruppi iperbolici, crescita ed entropia). È interessato alla divulgazione matematica nella scuola e nella società: ha tradotto il Topologicon (un libro di divulgazione a fumetti sulla topologia), fa parte della Commissione Olimpiadi dell’Unione Matematica Italiana e si occupa da anni delle gare di Roma.

La fisica dei quanti e l'esperienza psichedelica

Ultimo appuntamento per il ciclo di incontri Rivoluzioni DiScienza martedì 5 giugno alla Libreria Assaggi di via degli Etruschi 4 a Roma (San Lorenzo). Sempre alle ore 20:30 inizierà l’incontro La fisica dei quanti e l’esperienza psichedelica. In questa occasione il Dottor Alessandro Haag, autore del libro Fisica Lisergica, ci parlerà del collegamento fra le discipline psichiatriche sviluppatesi grazie al LSD e al lavoro di Timothy Leary, e le rivoluzioni scientifiche di qualche anno prima ovvero del cambio radicale del punto di vista della visione del mondo, sia fisico che interiore, da oggettivo a soggettivo. La fisica è il mezzo che l’uomo ha scelto 300 anni fa per indagare l’Universo. E’ un linguaggio costituito da due parti: la logica, quella aristotelica, e la matematica. Ma dagli inizi del ’900 fino ai primi degli anni ’50 è avvenuta una rottura, che ha eliminato le fondamenta logiche e ha utilizzato diversamente la matematica per giungere a trattare il Mondo in modo profondamente differente, meno oggettivo, molto più soggettivo. In questo suo percorso, la fisica si è in qualche modo avvicinata all’ultima grande rivoluzione di massa che abbiamo avuto nel secolo scorso, nota come Rivoluzione Psichedelica. Quello che vogliamo fare è mostrare i due cammini svolti in questi ambiti così diversi e le loro conclusioni simili, ma raggiunte con strumenti differenti: analogie, simpatie e similitudini, fra la fisica quantistica e la rivoluzione psichedelica. Alessandro Haag si è laureato in Fisica delle Particelle elementari, con una tesi svolta presso il Laboratorio del Gran Sasso. Dal 2002 lavora presso IBM Roma. Ha scritto il libro Fisica Lisergica, edito da Castelvecchi Editore. Bibliografia: Fisica Lisergica di Alessandro Haag, Castelvecchi Editore Entanglement di Massimo Teodorani, Macro Edizioni Da Buddha a Einstein di Paolo Guido, Punto d’Incontro Editore Psichedelia di Gypsy Eagle, Venexia Edizioni Il giardino delle particelle di Gordon Kane, Longanesi & C. L’universo elegante di Brian Greene, Einaudi QED di Richard Feynman, Adeplhi Vita, morte, visioni di Timothy Leary, Nuovi Equilibri Il Gran Sacerdote di Timothy Leary, Shake Edizioni Le porte della percezione di Aldous Huxley, Arnaldo Mondadori Editore I misteri di Eleusi di Albert Hofmann, Stampa Alternativa Editore LSD il mio bambino difficile di Albert Hofmann, URRA Editore Psichedelia a cura di Roberto Fedeli, Collana Millelire Editore